Google in attesa di Facebook: parla Larry Page


Larry Page - Google

C’erano una volta Google e Facebook. Il primo motore di ricerca, il secondo social network. Ben distinti.

Poi, qualche tempo fa, da Mountain View è arrivato Google+ e le carte in tavola sono cambiate. Zuckerberg e il suo team hanno avvertito – probabilmente – il fiato sul collo. Hanno chiuso la propria rete di dati sugli utenti iscritti: chi possiede un account Facebook, lo fa entrando in un ambiente di fatto “chiuso”. Non c’è possibilità di collegamento, almeno a livello ufficiale, tra account Google+ e Facebook.

Ma in Google tornano a farsi sentire, tendono la mano.

A parlare è stato Larry Page, le cui dichiarazioni sono apparse su Venture Beat nelle scorse ore. “Penso sia un peccato che Facebook abbia chiuso l’accesso ai suoi dati”, sostiene il CEO di Big G nel suo intervento durante il PBS Show.

La critica riguarda, in particolare, la mancata possibilità di importare l’elenco dei contatti da Facebook a Google+.

“Dal punto di vista dell’utente, si dice… Sto entrando in Facebook. Voglio che i miei contatti siano importanti anche in Google. Il problema che abbiamo avuto – spiega Page – è che poi Facebook ha detto no. E così gli utenti non capiscono bene ciò che stanno facendo. Stanno inserendo i dati in Facebook e non capiscono che non possono tirarli fuori”.

Da qui arriva l’auspicio di poter giungere ad una reciprocità nell’apertura dei dati sugli utenti. “E stiamo ancora aspettando”, commenta il CEO. “Non vogliamo che gli utenti siano tenuti in ostaggio – prosegue –, pensiamo sia importante che gli utenti possano prendere i loro dati, esportarli o portarli da qualche altra parte”.

In questo video il frammento in cui Page parla del rapporto tra Google e Facebook:

Come pensate si svilupperà la vicenda: Facebook è pronta per collaborare? O l’atteggiamento di Zuckerberg rimarrà lo stesso, di chiusura, che ha caratterizzato le sue strategie sino ad oggi?

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SEO Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave