Tempi di indicizzazione…


La domanda di base è: “Come fa Google a individuare e indicizzare i nuovi siti che nascono sul web?”.

La pone un giovane utente in una discussione del Forum gt e ne viene fuori un interessante intervento da parte di giubertinik. All’anagrafe Enrico Giubertoni.

Sul suo blog Enrico spiega come indicizzare su Google un sito web in 36 ore, “attraverso alcuni accorgimenti di SEO e usando Twitter e Google Buzz”.

In quella che è una vera e propria guida, vengono identificati gli elementi indispensabili per riuscire: dominio di secondo livello www.nomesito.it (oppure .com/.net/.org/.info) appena acquistato, almeno dieci contenuti di qualità, account Twitter già indicizzato in Google, con un adeguato numero di follower.

Il ruolo dei buoni contenuti è importante perchè il motore di ricerca comprenda dal punto di vista semantico il tema del sito e possa indicizzarlo nel migliore dei modi.

Una volta creata una struttura di pagine e menù che tenga conto delle keywords di nostro interesse, e dopo aver inoltre creato una sitemap.xml e inserito il sito all’interno di Google Webmaster Tools, Enrico suggerisce di segnalare il portale stesso all’interno di uno stato e di un tweet all’interno di Google Buzz e Twitter, specificando www.nomesito.it e una keyword.

“Ho usato questo metodo per indicizzare le pagine principali di un sito in 36 ore dal dominio nuovo”, conclude Enrico nel suo post.

Naturalmente vi invito ad approfondire tutti i procedimenti della sua guida all’interno del post stesso.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SEO Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave