Le azioni manuali contro lo spam aggiunte agli strumenti per webmaster


spam

Verso una maggiore trasparenza
Google migliora la comunicazione verso i webmaster

Ieri è stato annunciato il lancio di una nuova sezione all’interno del Google Webmaster Tool dal nome “Azioni manuali” dove è possibile controllare eventuali azioni intraprese sui nostri siti web con messaggi anche dettagliati relativamente al tipo di azione subita.

Parecchio tempo fa ci fu una massiccia ondata di warning relativi ai link innaturali poi rientrata, ma con un messaggio di Cutts che recitava comunque di pulire il proprio profilo link se si era ricevuta questa notifica. Al tempo anche io ricevetti questi messaggi su alcuni siti con moltissimi backlink e dunque impossibile da identificare con un messaggio così generico. Essendo questi due siti anche due brand molto noti risultava davvero difficile poter comprendere quali link fossero stati piazzati da chiunque e ovunque. Detto questo come è mia prassi ho ignorato la cosa perché non avevo motivo alcuno di pensare a qualche forma di manipolazione del profilo di link e soprattutto per due siti che proprio non ne avevano bisogno.

Proprio perché questo messaggio era arrivato ho pensato dopo questo annuncio di andare a controllare questi siti.

Nel primo caso il risultato è stato il seguente:

manual action

Messaggio presente, ma senza alcun dettaglio sul tipo di azione intrapresa. Trasparente, ma non troppo 🙂 Forse è un bug.

Nel secondo caso il risultato è stato invece il seguente:

manual action 2

Notare il link altro a destra che rimanda ad un popup con i link incriminati. Cliccandoci compare la seguente cosa:

manual action 3

Con pagina del sito colpita e link considerato innaturale.

Lo stupore

Se devo essere onesto visitando la pagina in questione sono rimasto molto stupito! Un articolo del 2011 su un blog *.wordpress.com completamente tematico e con link all’interno dello stesso articolo a parecchie risorse utili.

Per essere dunque più sicuro del mio stupore sono andato a vedere siti che uso come test e su cui faccio tutti i tipi di link building possibili immaginabili (Article Marketing e Spinning, Directory, Commenti su siti a tema e non, etc etc non vado oltre…) non ho trovato alcun messaggio.

Ora le possibilità sono 3:

  • o c’è qualcosa che non va
  • o ci sono visioni diverse di link innaturali
  • oppure alcuni tipi di link vengono scartati automaticamente

Speriamo nella terza ipotesi e speriamo che la valutazione del link innaturale manuale sia completamente soggettiva e sulla base di preferenze di sorta.

Oppure quando Google scrive nelle sue linee guida il suo così aleatorio messaggio

Links with optimized anchor text in articles or press releases distributed on other sites.

https://support.google.com/webmasters/answer/66356?hl=en

forse intende proprio quello che ha scritto! Anche se credo di no.

Un vostro giudizio

Non potendo mettere un link alla pagina che viene identificata come link innaturale ho cercato in rete un articolo simile per chiedervi se secondo voi vi sembra un qualcosa di poco naturale. Qualora lo fosse l’autore di questo articolo sarebbe milionario in quanto ha ben 7 link venduti in uscita 🙂

O forse è semplicemente uno che si diverte a manipolare il PageRank di tutta la rete.

Forse la storia è diversa e forse quel sito ha un brutto passato, ma non voglio indagare oltre…non ne vale la pena. Resto dell’idea che sia meglio construire piuttosto che rincorrere un Google per soddisfare ogni suo capriccio.

Vi posto di seguito un link molto simile a quello indagato. Attendo le vostre considerazioni. Il link è nofollow perché io non ho nulla a che vedere con questo sito che ho pescato solo a titolo di esempio in quanto molto simile all’articolo identificato. Ho anche scelto una data di pubblicazione simile e un sito sulla stessa piattaforma di blogging.
http://2nelweekend.wordpress.com/2011/04/21/pasqua-tra-viaggi-e-vacanze/

In ogni caso il mio non è un lamento anzi, è un modo per condividere con voi fin dove può arrivare la comprensione e la valutazione dei link.

La conclusione

In ogni caso questa nuova aggiunta è sicuramente un passo avanti verso una comunicazione più trasparente verso i webmaster.

Approvo al 100% nonostante questo post.

I video relativi ai messaggi

Cutts e il team antispam hanno anche realizzato questi video molto chiari che aiuteranno a comprendere meglio i messaggi ricevuti.

Spam generato dagli utenti

Testo nascosto e keyword stuffing

Spam puro

Contenuto con poco valore

Link innaturali verso il sito

Link innaturali dal sito

Link innaturali al sito – link degli impatti

Segnalo un articolo di Marco Bove, relativo ai comportamenti adottabili in caso di penalizzazione manuale oppure algoritmica, che può aiutare a chiudere il cerchio.
Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SEO Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave