[VIDEO] Matt Cutts parla dei Parked Domain


Un nuovo video a disposizione dei Webmaster, realizzato da Matt Cutts.

Si parla, stavolta, di “Parked Domain“. I cosiddetti “domini parcheggiati”. Quando se ne ha uno a disposizione e si decide di utilizzarlo per il lancio di un nuovo sito web, ci sono insidie e accorgimenti di cui tenere conto? È preferibile inserire una pagina che sia “momentanea”, oppure lasciare il dominio fermo?

“Google riesce a rilevare i Parked Domain”, spiega Cutts. È chiaro come agli utenti non piaccia giungere all’interno di una pagina che non mostra alcun genere d’informazione. “Per questo motivo abbiamo un rilevatore e cerchiamo di non mostrare queste pagine tra i risultati della ricerca”.

Perché quello stesso dominio possa tornare visibile tra i risultati, “potrebbe servire un po’ di tempo”. Il consiglio di Cutts, dunque, è “una volta acquistato il dominio, se hai intenzione di pubblicarvi qualcosa in futuro, di inserire un paragrafo o comunque un messaggio che ne annunci il lancio”. Indicare a Google ciò che c’è in programma, per intenderci.

“Anche se potrebbe risultare misterioso – aggiunge Matt Cutts – assicuratevi di scrivere solamente un paragrafo di testo, o due”. In questo modo il motore di ricerca potrà capire che parliamo di un Parked Domain e non di una pagina già pronta al lancio.

Vi siete trovati a gestire una situazione di questo genere?

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SEO Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave