Larry Page fa il punto sul ‘Google del futuro’


Larry Page

Allo scoccare del primo anno di lavoro come CEO di Google, Larry Page ha fatto il punto su ciò che l’azienda ha in programma di fare nei prossimi mesi.

E’ tutto all’interno dell’Update from the CEO 2012, che trovate sul blog di Google in versione integrale.

Un discorso molto generale, il suo. Che fa riferimento al suo lavoro in Big G e che spiega un po’ quella che sarà la direzione del motore di ricerca nell’immediato futuro.

“Siamo sempre impazienti di fare meglio per i nostri utenti”, scrive Page. “I margini di miglioramento per Google sono enormi, per questo ho spinto al massimo per migliorare la nostra velocità e per concentrarci su grandi scommesse che potranno cambiare il mondo”.

Naturalmente uno spazio rilevante lo merita, nel discorso del CEO, il social network Google+. E’ la grande scommessa, sulla quale Google sta puntando tantissimo in termini di risorse, di promozione, di innovazione. La piattaforma sta rappresentando, di fatto, il nuovo punto di partenza per tutte le attività ed i servizi a disposizione dell’utente: tutto viene integrato all’interno di Plus ed affiancato all’esperienza sociale, fatta di profili, circoli e condivisioni. “Con oltre 120 integrazioni fino ad oggi (in cui sono inclusi Search, YouTube e Android ndr), siamo sulla strada giusta. Le attività su Google+ stanno aumentando”, sostiene Page.

Chiaramente l’ambito della ricerca sul web ha ed avrà un ruolo altamente rilevante. Se ne parla da un po’ dei progetti di Google in questo senso: Search Plus your World. Il che vuol dire offrire delle risposte personalizzate, basate sulla persona. “Oggi la maggior parte dei risultati di ricerca sono generici. Eppure le esperienze di vita di ciascuno sono uniche. Siamo tutti esperti di cose diverse, abbiamo interessi diversi”. Le persone, dunque, al centro della ricerca: le persone che cercano, ma anche quelle che vengono cercate. “Se siete alla ricerca di una persona in particolare, vorrete le informazioni di lei e non su tutti gli altri che hanno lo stesso nome”.

Si torna a Google+, che dovrà avere il merito di raccogliere connessioni, profili e informazioni delle persone, attorno ai quali costruire le innovazioni sul Search.

Il motore di ricerca “del futuro” dovrà inoltre avere il merito di rispondere anticipatamente all’utente, riducendo al minimo il numero passaggi per raggiungere l’informazione cercata. “Se cerchi [meteo San Francisco] è probabile che tu voglia il meteo subito nella pagina dei risultati, non uno o due click dopo. L’obiettivo veramente grande della ricerca sarà quello di trasformare le vostre esigenze in azioni, in un batter d’occhio”.

Il tutto, infine, costruendo un rapporto fatto di “amore e fiducia” attorno a Google.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SEO Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave