I siti web rallentano ancora: +21% in 1 anno


siti lenti

50% dei top ecommerce superano i 10 secondi
Il tempo di caricamento peggiora rispetto allo scorso anno del 21%.

Un nuovo report “State of The Union” per il primo quarto del 2014 mostra, come già visto in passato, l’andamento dei siti web ecommerce più popolari in termini di tempi di caricamento.

La situazione rimane drammatica e anzi, peggiora. Dei top 500 E-Commerce, estrapolati da Alexa, la mediana è di 9.3 secondi per il caricamento con il 50% dei siti che superano i 10 secondi. Scendendo ai top 100 la mediana si aggira sui 10 secondi, salendo di circa due secondi rispetto al report dell’anno precedente.

Tra le principali scoperte della ricerca:

1. La mediana è diventata più lenta del 21% in un anno. Si è passati da 7.7 secondi a 9.3. La maggior parte dei consumatori online abbandona una pagina dopo 3 secondi di attesa.

2. I top 100 siti sono più lenti dei top 500. I siti più grandi o più popolari non sembrano avere un riguardo maggiore verso le best practice.

3. Le pagine impiegano sempre di più per essere utilizzabili. Il “Time to interact” (TTI) fa riferimento al momento in cui la pagina diventa fruibile realmente. Nel 2013 il valore mediano del TTI era 4.9 secondi. Ora è salito a 5.

4. Le pagine sono più grandi e pesanti. La pagina ecommerce mediana contiene 99 risorse. Un anno fa la mediana ne conteneva 93. Il peso invece aumenta del 31% e passa da 1094 KB a 1436 KB. Questo è sicuramente uno degli elementi che causa il rallentamento.

5. L’adozione delle best practice è in lento aumento. CDN, Keep-Alive, compressione delle immagini e JPEG progressive salgono, ma in piccola percentuale.

Abbiamo già parlato dell’importanza delle velocità dei siti di recente in questo articolo, in ottica di UX, CRO e SEO.

Di seguito invece potete visualizzare l’infografica riassuntiva con i dati della ricerca.

Il report completo è scaricabile qui.
Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SEO Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave