Google, cosa vi siete persi


Ferragosto s’avvicina, per molti questi sono giorni di ferie. Non per Google, che continua a lavorare sul suo motore di ricerca.

Occhi puntati sul Knowledge Graph e su ciò che ne deriverà, nelle ricerche di tutto il mondo, settimana dopo settimana.

Estensione

Proprio lui, Knowledge Graph. Lanciato a Maggio, attualmente conta al suo interno un database di oltre 500 milioni di persone e oltre 3.5 miliardi di connessioni tra queste. “Il feedback è stato estremamente positivo – fanno sapere da Mountain View – e vogliamo estendere le sue funzionalità al di fuori degli Stati Uniti”. In tutti i paesi di lingua inglese, per intenderci, Knowledge Graph è arrivato.

Suggerimenti

Migliora l’intelligenza di Big G.

Prendiamo l’esempio postato sul blog ufficiale: [rio]. Una parola, più versanti su cui cercare per l’utente. Google, però, vi capisce e vi mostra da subito le possibili accezioni del termine alle quali potreste voler fare riferimento. Suggerimenti veloci, ricerca veloce. Facile.

Google - Rio

Liste

“La migliore risposta per te non è sempre una singola entità, ma una lista o gruppi di informazioni collegate”. Ecco perché Google sta testando questa nuova tipologia di risultati: liste vere e proprie, situata nella parte superiore della pagina e navigabili come normali risultati, cliccando sui singoli elementi.

Google - Paris

“Siamo in grado di produrre centinaia di migliaia di liste”, come questa:

GMail nelle ricerche

Le e-mail ed i vostri contatti direttamente nelle ricerche.

È ciò che a Mountain View stanno testando: se Google pensa che, nell’ambito di una ricerca, vi siano risultati a voi utili all’interno del vostro account GMail, ve li ritroverete nella SERP a destra.

GMail in Search

Per maggiori informazioni su questa novità, vi segnalo questo post di Search Engine Roundtable.

Dalla voce alla ricerca

Google ha infine integrato Knowledge Graph nella ricerca vocale.

Comprende il vostro linguaggio, lo trasforma in connessioni all’interno del grafico e vi restituisce i risultati più corretti. “Funziona per tutto” e – tra un po’ – su tutto: presto su Android, arriverà su iOs.

Scritto il , ultima modifica


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SEO Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave