Google nega i post sponsorizzati e penalizza Chrome


E Google divenne d’un tratto onesto e pulito.

Se ne parlava ieri: tanti, troppi erano i post sponsorizzati che parlavano (bene) di Chrome, il browser sviluppato dall’azienda di Mountain View, con link che rimandavano direttamente alla pagina del download e che avevano un chiaro effetto sul posizionamento all’interno delle SERP dello stesso motore di ricerca.

Ma come, Google non era contro la compravendita di link? Perchè allora porta avanti questo genere di campagne pubblicitarie tramite blog e video?

In queste ore la smentita da Mountain View, come spiegato da Search Engine Land in questo post. Nessuna campagna di alcun genere avviata per spingere Chrome sul motore di ricerca e, visto che le linee guida risultano violate, ecco pronta una penalizzazione per google.com/chrome, di cui sarà abbassato il PageRank per almeno 60 giorni.

Da così…

Chrome su Google (4)

…a così 🙂

Il messaggio di Google è: teniamo pulito il motore di ricerca, anche quando si tratta di nostri prodotti.

La domanda è: come può, la stessa società che ha ideato Panda, non rendersi conto di come siano avviate molteplici campagne di marketing e promozione riguardanti un suo browser che, guardacaso, sta scalando le vette nel mercato?

Che ne pensate?

Scritto il , ultima modifica


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SEO Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave