Questione di Link: 3 aspetti che devi (sempre) considerare


Questione di Link- 3 aspetti che devi (sempre) considerare

Link link link: sono sempre una grande ossessione per i SEO. Questo perché un sito internet più link di qualità riuscirà a ricevere da altri siti, più andrà meglio nei risultati di ricerca di Google.

Generalmente, dividiamo i link per due tipologie: quelli artificiali e quelli spontanei.

Quelli artificiali li mettiamo noi, solitamente per cercare di ottenere dei vantaggi su Google.
Quelli spontanei li mettono gli altri, perché apprezzano i nostri contenuti, li ritengono interesanti o per altri motivi

Google è diventato sempre più preciso nell’individuare i link artificiali e (ovviamente) preferisce quelli spontanei.

Bene, anche noi dovremmo preferire quelli spontanei, perché ci permettono di pensare ai contenuti e quindi ci rendono più creativi. più originali, più concentrati sull’utilità del testo e sulle necessità dei nostri lettori.

Quelli artificiali di solito sappiamo precisamente quanti sono, grazie a un lavoro di routine che diventa noioso.

Un lavoro che deve tenere conto di 3 aspetti fondamentali. Vediamoli insieme.

Primo aspetto: la cliccabilità

Un parametro che dovete tenere in considerazione è la percentuale di probabilità che quel link venga effettivamente cliccato dalle persone. E questo a prescindere che il link sia ad una pagina interna o esterna.

Una delle evoluzioni più importanti del PageRank, in effetti, è stata proprio questa: i link che probabilmente saranno più cliccati, avranno un peso maggiore rispetto agli altri.

Quindi, i link nel footer, quelli un po’ nascosti e via dicendo, valgono meno.

Bisogna mettersi nei panni della persona, capire l’uso e lo scopo della pagina e comprendere le zone migliori per inserire il link.

Secondo aspetto: il titolo della pagina

Spesso è sottovalutato, ma il title della pagina che contiene il link è un elemento molto importante da tenere in considerazione.

Spesso, quando si analizzano i link dei concorrenti, si considera solo l’anchor text, ma in pochi prendono in esame anche il contesto in cui un link è inserito. Di sicuro, il titolo della pagina ospitante (e ovviamente le altre informazioni legate alla pagina) sono molto importanti.

Quindi, quando cercate di ottenere link, di solito tentate di ottenerli da siti che sono già in ottime posizioni per quelle chiavi. E solitamente cosa succede? Che hanno posizionata la home page, ma dalla home page non vi linkeranno mai. Ecco, trovate le migliori pagine interne, magari che sono linkate direttamente dalla home e che hanno un titolo buono per voi.

Ovviamente devono essere pagine che, grazie al vostro link, saranno arricchite grazie a un valore aggiunto per le persone che leggeranno.

Terzo aspetto: il nofollow

Dovete aggiornarvi costantemente, ma cosa importante, tenetevi alla larga dai posti dove Google potrebbe colpire, perché farete un lavoro rischioso.

Per esempio, Google da poco ha rinforzato la comunicazione contro i link nei widget. In molti hanno creato widget di un tema per poi linkare in fondo al widget un sito di un altro tema. Oppure,hanno sfruttato i Widget per inserire link con delle chiavi molto commerciali. Ecco, Google consiglia di mettere il nofollow su questi link.

Certo, sui badge di Google Plus (come ha detto Giovanni Sacheli) non lo fa.

E tra le altre cose, il nofollow andrebbe messo anche quando firmate i siti tipo Design By: sono ancora tollerati, ma si sono già espressi a riguardo e un giorno si attiveranno per penalizzare tutti.

Quando questi link saranno penalizzati, non cadete dalle nuvole…

Un’ultima cosa: in molti dicono di non usare link esterni perché disperdono il pagerank o perdono i visitatori . Beh, non avete molto stima dei vostri siti, vedo. Avete presente quando leggete un libro? Molte volte ci sono le citazioni di altri libri o altro materiale. Che fate? Interrompete la lettura per andare da un’altra parte e poi non tornate più su quel libro?

Linkate spontaneamente perché i link sono l’essenza di Internet.

Ecco il video sui 3 aspetti fondamentali nei link:

 

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SEO Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave