È ufficialmente aperta la caccia alle streghe


google caccia streghe

Al rogo al rogo… gridavan!

Lo so. La playlist è molto lunga, ma vale la pena ascoltarne i punti salienti per identificare le similitudini tra “la caccia alle streghe” (approfondimenti 1 e 2) e l’attuale comportamento di Google.

Potremmo anche parlare di Maccartismo per usare la metafora e mettere enfasi al comportamento di ricerca ossessiva di un nemico percepito, che porta solamente all’isteria, al pregiudizio e all’ingiustizia. Questa lotta, oramai diventata ridicola, da parte di Google si può tranquillamente accostare al pattern metaforico della caccia alle streghe.

Un breve riepilogo delle ultime cose interessanti in merito apparse qui sul SEO blog in ordine cronologico:

Poi qualche perla apparsa su Google+ e che ho visto in giro per la rete:

E non saranno sicuramente le uniche. In sostanza vengono riconosciuti gli errore da parte dei Googlers, ma il punto non è tanto questo.

L’errore umano ci può stare, ma non dovrebbe esserci!

Non dovrebbe esserci per il semplice fatto che tutto questo non fa altro che creare disordine e dubbi. Purtroppo avevo già fatto una riflessione in merito e a distanza di tempo la trovo più corretta che mai.

Non dovrebbe esserci perché non sempre l’errore è identificabile, ma allo stesso tempo qualcuno pagherà lo stesso, ignaro.

Dal punto di visto di chi ha esperienza nel campo SEO tutta questa incertezza in realtà rimane confinata in quanto non si può cadere in provocazioni o tentativi di creare disordine, ma sul forum tanti poveri webmaster in preda al panico cercano aiuto ignari del 90% di queste assurde questioni.

I SEO mangiano i bambini!

E poi succede che:


Nofollow Links Won’t Hurt You Unless You Are Spamming At A Huge Scale

Immagine rielaborata da http://bit.ly/1dXumvr

Scritto il , ultima modifica


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SEO Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave