Google aggiunge l’authorship alle immagini


authorship immagini

Una notizia ultra veloce per segnalare che Google ha deciso di aggiungere l’authorship anche alle immagini.

Dopo la flash news abbiamo analizzato maggiormente la questione e notato che ci sono delle incongruenze. A volte ad essere pescato è l’autore del post mentre altre volte il viso che appare. Di seguito una breve mail scambiata con Mariachiara Marsella sulla questione e la sua visione sulla possibile evoluzione dell’authorship in questo senso.

Mariachiara Marsella

E’ chiaramente in fase “evolutiva” …almeno spero, perché se restasse così sarebbe uno pseudo-author, non è “roba” da Google essere così approssimativi.

Ad oggi quello che appare evidente è che l’author non è delle immagini ma dell’articolo nel quale è stata inserita l’immagine. Mi aspetterei, invece, un tag “dedicato” (magari succederà, chi può saperlo…) che indichi, per esempio, il vero “autore” dell’immagine (che quindi può essere diverso dall’autore dell’articolo) e un tag “dedicato” anche al soggetto dell’immagine, qualora parlassimo di foto di persone.
In questo ultimo specifico caso, immagino che per Google un tag del tipo “soggetto” dovrebbe essere legato al profilo Google Plus.
In sostanza, per fare un esempio: Un post nel mio blog che contiene all’interno una foto di Andrea Pernici.
Un post nel mio blog che contiene all’interno una foto di Andrea Pernici, dovrebbe avere come riferimento authorship il mio (sono io l’autore del contenuto testuale), se la foto è stata “ripresa” da altre fonti (quindi non sono stata la prima a pubblicarla) dovrebbe avere il riferimento alla prima fonte, se invece l’ho pubblicata io ma io non sono l’autore dovrebbe consentirmi di poter editare (con tag dedicato, anche qui)  l’autore della foto e poi la foto stessa di Andrea dovrebbe poter avere, anch’essa un tag  “dedicato” riferito al soggetto della foto (per esempio rel=subject) con link all’about del profilo di Andrea:  https://plus.google.com/109039914818614234734/about

Sarò visionaria…ma per me questo potrebbe essere il “vero” authorship DELLE immagini e le implicazioni in termini di “citazioni” sarebbero molto interessanti.

Di seguito invece una discussione con Michele Baldoni da cui è scaturita la seguente mini analisi.

Michele BaldoniE’ molto curioso capire come il nominativo viene associato all’immagine. Difatti in un primo momento ho subito pensato che si riferisse all’author indicato nel tag “REL AUTHOR” del sito, ma sono stato prontamente smentito da alcuni esempi trovati. Mi sono quindi attivato per capire quali fattori incidono sull’associazione Foto-Nome(autore?), ma non ho trovato ancora una risposta.
Cercando una delle immagini più conosciute al mondo (e che anche Google conosce bene) non ho riscontrato una regola… per il momento. Vediamo le foto dalla Gioconda nel dettaglio:
 
Esempio 1 – Wikipedia
Link
Foto presente sul sito WIKIPEDIA, ovvero un sito senza TAG REL AUTHOR, a cui viene però Google associa l’author Leonardo da Vinci in Google images.
Viene “giustamente” individuato l’autore dell’opera grazie alla scritta AUTORE: Leonardo da Vinci. La curiosità sta nel fatto che nel codice HTML non vi sono particolari TAG o Metadati che identificano quella scritta come “autore” di qualcosa. Sappiamo però che Google conosce tale opera nel dettaglio, visto che nel suo Knowledge Graph indica Leonardo come Artista dell’opera.
gioconda
 
Esempio 2 – Sito di news
Link
Il sito non ha il TAG REL AUTHOR e per di più non ha nessun testo “etichetta” che identifichi la foto. Vi è soltanto un testo vicino la foto che ne parla.
Forse in questo caso Google, grazie al testo vicino, capisce che l’immagine è proprio quella che già lui conosce e la associa al reale autore: Leonardo Da Vinci.
Ma se ci fosse stato il TAG REL AUTHOR o una indicazione più specifica sull’autore? Prossimo esempio.
 
Esempio 3 – Blog con TAG REL AUTHOR
Link
Il blog ha il TAG REL AUTHOR e nonostante l’immagine sia la copia dell’originale e la pagina sta parlando di Leonardo, Google non capisce che l’autore è Leonardo e prende per buono l’“autore” indicato nel tag: Sara Filippi.
 
Esempio 4 – Sito generico
Link
In questo caso la foto non è l’originale, ma un fotomontaggio. Il sito non ha il TAG REL AUTHOR, ma appena sotto la foto è presente la scritta “Foto di Zlatan Ibrahimovic”. Google secondo voi a chi attribuisce l’autore? A Zlatan Ibrahimovic! Assurdo.
 
Esempio 5 – Slideshare (link nella presentazione verso la foto)
Link
Questo esempio è davvero emblematico. La foto in questione è linkata in una presentazione caricata su Slideshare alla diapositiva n.9. Nella diapo c’è anche ben in evidenza che si sta parlando di Leonardo Da Vinci, ma Google indicizza la foto e le associa come autore Franz Joseph Haydn, il musicista! Vabbè.

Abbiamo già scritto tanto sul tema Author Rank, Authorship, rel=”author” e per chi fosse interessato ci sono i seguenti articoli:

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SEO Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave